‘Re-made in Italy’: la creatività e l’arte delle mani in mostra

Cultura ed estetica, design e artigianato in funzione della sostenibilità ambientale: questi gli obiettivi della giornata di oggi, Venerdì 22 Novembre 2013, in cui si svolge la mostra ‘Re-made in Italy’  allestita nei locali del Teatro Patologico lungo Via Cassia a Roma.

Re-Made in Italy

Organizzata dalla Cooperativa Il T-Riciclo, associazione che si occupa dell’educazione ambientale rivolta ai più giovani, la mostra ‘RE-MADE IN ITALY’ rappresenta un’iniziativa promossa per discutere sul tema della sostenibilità nel XXI secolo.

Il progetto vuole infatti favorire l’economia sostenibile, mirando ad una migliore salvaguardia ambientale e a criteri di consumo più oculati.

Leggi tutto “‘Re-made in Italy’: la creatività e l’arte delle mani in mostra”

Il significato dei colori nelle terrecotte di allora – Seconda parte

Continua il viaggio nella bottega dei vasai alla scoperta delle regole del colore nelle terrecotte della tradizione.

Brocca rustica in terracotta con interno e parnanza verniciati ed esterno grezzo

Dove eravamo rimasti…? Stavamo per addentraci più nello specifico nella tematica del colore delle terrecotte rustiche, nelle regole e significati dei diversi pigmenti, con qualche cenno tecnico sul bagno di colore come da tradizione dei vasai marchigiani. Leggi tutto “Il significato dei colori nelle terrecotte di allora – Seconda parte”

Il significato dei colori nelle terrecotte di allora

Colori, significati, funzionalità, tradizioni: i coccetti in terracotta un tempo usati in casa e in cucina nascondono un mondo di tecniche, abilità, regole e ottimizzazione delle risorse. Scopriamolo insieme…

Catinozzo in terracotta a due manici con decorazione verde schizzata

Sembra un pezzo d’arte contemporanea. La pittura schizzata, l’istintività, la primitività del colore. Il frutto dell’incontro tra forme antiche e colorazioni contemporanee. L’arte che sposa la quotidianità e ne diventa parte. Leggi tutto “Il significato dei colori nelle terrecotte di allora”