La cura del gioiello: i consigli dei designer del marchio “Bellissimo since 1861” – Parte 2

Esistono molti metodi specifici per trattare le molteplici tipologie di metalli preziosi e curare al meglio i vostri gioielli! Vediamoli insieme!

come-pulire-i-gioielli-a-casa

ARGENTO

L’argento è un metallo molto prezioso e, come tale, soggetto ad ossidazione. Tale processo viene spesso accelerato dall’aria salmastra di mare, ad esempio, o da tutti quei contenitori di gomma o di carta contenenti residui di zolfo.

Per la pulitura e la manutenzione esistono una discreta varietà di prodotti specifici. A questo link http://www.swissforniture.it/it/130-pulizia-oro-argento-e-gioielli troverete i più diffusi in commercio!

anello cupcake Capriotti gioielliSe invece preferite ricorrere ai metodi fai-da-te, ecco come procedere per restituire lucentezza ai gioielli in argento.

Versate in una bacinella 250 ml di acqua tiepida e 5 cucchiai di bicarbonato, immergete i vostri gioielli in argento e lasciate agire per una notte intera, successivamente procedete alla strofinatura con l’ausilio di una spazzola.

In presenza di gemme  o particolari placcature esterne questo tipo di pulizia è sconsigliato!

ORO

L’oro é un metallo nobile e non facilmente ossidabile. Tuttavia, anche se non intaccato dall’aria, dall’ossigeno e dall’umidità, può essere ossidato a contatto con acqua regia (o acido nitroclorico) oppure con soluzioni acquose contenenti ione cianuro e ossigeno o acqua ossigenata.

anello_violet_queen_GattiAnche in questo caso per la pulizia è consigliabile l’utilizzo di prodotti specifici.

Se scegliete il metodo casalingo, la pulizia è semplice! Versate in una bacinella un bicchiere di aceto bianco e un cucchiaio di sale fino, immergete i vostri gioielli e poi strofinateli con un panno, lavateli con acqua e vedrete che riacquisteranno la brillantezza originaria.

In presenza di pietre incastonate o particolari placcature esterne valgono le precauzioni indicate per l’argento.

PIETRE DURE

Le pietre preziose necessitano di attenzioni particolari! Polvere, inquinamento e usura quotidiana contribuiscono ad offuscarne la luminosità.

collana_in_oro_con_pietre_dure_colorateVediamo insieme alcuni trattamenti specifici.

Le pietre dure devono essere pulite adoperando sapone neutro non colorato ed acqua a temperatura ambiente. Gli acidi comunemente impiegati nei detergenti industriali e nei prodotti al dettaglio sono l’acido cloridrico e quello solforico.

In pochissimi prodotti per la pulizia dei vetri sono presenti piccole percentuali di acido fluoridrico. Anche se questi acidi sono sempre presenti in forma diluita e spesso usati a freddo (a caldo l’azione è più intensa) possono danneggiare molte gemme, cristalline o non, e devono quindi essere accuratamente evitati.

CRISTALLI

Il cristallo è composto da vetro e piombo. Il vetro è un materiale molto resistente, uno dei materiali meno soggetti a corrosione (solo l’acido fluoridrico può corroderlo).

ciondolo_in_argento_con_girocollo_e_cristallo_di_quarzoSpesso però i cristalli subiscono trattamenti superficiali per aumentarne la lucentezza, quindi anche qui meglio evitare sostanze acide. Il metodo più semplice e conosciuto è quello di far scorrere sul cristallo dell’acqua corrente fredda.

Ricordate di portare periodicamente i vostri gioielli in gioielleria per far controllare la montatura e verificare che le pietre siano incastonate a dovere!

 

I gioielli in foto sono creazioni artistiche dei designer del marchio “Bellissimo since 1861“, nell’ordine: Sigismondo CapriottiRoberto GattiFranco StaccioliSilvano Zanchi. Acquistabili on line su www.bellissimo1861.it !

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *