Tecnica scandinava di decorazione (Parte 2)

Eccoci allo scavo…

Vaso porcellana decorato a mano tecnica scandinavaLa tecnica scandinava dello scavo si basa ovviamente sul processo inverso: si toglie materia invece di aggiungerla. Lo scavo inizia però sempre con un processo di aggiunta: si applica infatti sulla superficie della porcellana un impasto che in cottura “tira” la superficie stessa della porcellana.

Dopo la cottura, l’impasto viene rimosso con lo scalpello e insieme viene fatta saltare la superficie sottostante della porcellana, lasciando emergere la parte non vetrosa sottostante.

Quella che viene fuori è una superficie grezza e zuccherosa che si presta ad essere decorata nei modi più liberi e fantasiosi.

Arriviamo quindi ad un bell’esempio di applicazione della tecnica scandinava, in entrambe le sue declinazioni di rilievo e scavo. È la nuova realizzazione di un’artigiana creativa che ha utilizzato questa tecnica per esprimere e raccontare il movimento vivo della Marea…

Sinuose onde marine in platino a rilievo. Onde schiumose e scure che trattengono in seno una nuova goccia di materia (arricchita dall’apposizione di un nucleo in ematite), e infine si concentrano e si distillano in quest’unica preziosa goccia d’oro, realizzata in scavo, e illuminata da una pasticca in vetro verde.

Il vaso Marea è realizzato dall’artigiana creativa Loredana Corbo.
www.arteidea.eu
Fanpage Facebook
Pinterest

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *