Il mondo decorativo del marmo scagliola. Fantasia e tecnica

È una tecnica, quella basata sul marmo scagliola, che in origine nasce con l’obiettivo di riprodurre, utilizzando materie prime meno costose, le tonalità e le venature del marmo attraverso particolari colorazioni e lucidature dello stucco e del gesso.

Marmo scagliola piano per tavolo

Nel tempo e soprattutto con la sua riscoperta contemporanea, la tecnica è stata sempre più apprezzata e applicata, sia per la duttilità di utilizzo dell’impasto base, la “meschia”, e poi per le caratteristiche stesse di una tecnica che in realtà ne riunisce tante.L’utilizzo del marmo scagliola consente infatti di portare a termine una forma di decorazione complessa, fantasiosa e unica, che ha in sé l’espressività e le applicazioni più varie della creazione artistica, dalla pittura all’incisione fino alla modellazione, con la scagliola plastica.

Procediamo con un po’ di nozioni tecniche in merito al marmo scagliola e al particolare utilizzo che fa di composti a base di gesso e colore.

Il gesso utilizzato per l’applicazione tecnica e artistica del marmo scagliola è molto fine e a presa rapida, e si ottiene da un minerale, la selenite (varietà di pietra da gesso), che è reperibile in natura allo stato puro sottoforma di scaglie (da qui il nome dato alla tecnica e al materiale stesso), viene quindi cotto e macinato in polvere sottilissima.

Alla semplice scagliola si accompagnano gli stucchi colorati, ottenuti mescolando gesso e sostanze coloranti. Con l’indurimento e la lucidatura di gessi e stucchi, possono essere riprodotti gli effetti di colore le combinazioni più fantasiose di marmi e pietre dure.

decorazione marmo scagliolaLa tecnica si applica utilizzando una scagliola di consistenza molto dura, quasi cementizia e anche calpestabile.

È possibile infatti realizzare anche inserti e greche su pavimentazioni, oltre naturalmente alla decorazione di piani per tavoli, porte, cornici, mobili ed elementi d’arredo, in stile tradizionale e contemporaneo.
Combinando polvere di gesso e acqua, si crea un composto che dapprima è fluido e poi, una volta asciugato, è di elevata durezza. Per produrre gli stucchi, all’impasto ancora morbido devono essere aggiunti i colori, producendo in questo modo tutte le tonalità di colore inserite nel progetto artistico da realizzare.

Su un tavolo vibrante viene steso il composto di scagliola per realizzare il fondo, su cui si andranno poi ad inserire gli stucchi colorati, secondo le scelte cromatiche e la complessità del soggetto da riprodurre.

tecnica marmo scagliolaUna volta lasciato indurire il fondo in marmo scagliola, si procede con l’inserimento di queste parti colorate. Con l’aiuto di sagome, disegnate e ritagliate su cartone o compensato, si ritagliano i vari pezzi in scagliola e s’incastrano fino a delineare l’immagine, con una tecnica molto simile a quella dell’intarsio del legno.

Le parti vengono quindi incollate con diverse tecniche e materiali secondo il piano di base su cui la decorazione in marmo scagliola va applicata.

Le creazioni artistiche e le applicazioni tecniche in foto sono realizzate dall’artigiano creativo Giovanni Tonelliwww.giotonelli.eu

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *