Anello solitario con griffe ad incastro: scheda tecnica (parte 2)

Continuiamo il nostro excursus sull’anello solitario, con un po’ di concreta tecnica orafa.

Lavorazione orafa al banco

Ecco una scheda tecnica passo per passo, suddivisa in 10 fasi, per aspiranti maestri orafi…

Cominciamo:

1. tirare un filo quadrato dello spessore di mm 1,50 e schiacciarlo con il laminatoio fino ad uno spessore di mm 1, in modo che il filo diventi rettangolare.

2. Tagliare poi 6 pezzi o 8, secondo il numero di punte che si vogliono realizzare, lunghi circa mm 12,  e limarli da tutti i lati in modo che un’estremità risulti più sottile.

Tecniche orafe solitario griffe3. Mettere quindi le punte, con la parte più larga, intorno alla pietra rovesciata e affogata nella cera.

 

 

 

Tecniche orafe creazione solitario4. Sistemare le punte in modo accurato, perché siano alla stessa distanza tra loro e a contatto tra di loro. Se occorre, limare leggermente gli angolini di contatto. Creare un argine con la cera alla distanza di circa cm 1,5 e versare della scagliola, facendo attenzione che non arrivi a coprire i punti da saldare.

 

Tecniche orafe creazione anello solitario con griffe5. Attendere che la scagliola si asciughi bene, togliere dalla cera e saldare le punte tra di loro.

 

 

Tecniche orafe creazione anello solitario griffe6. Con lo stesso filo rettangolare girare un anellino (nel senso del piano) dal diametro leggermente più stretto del diametro della pietra (in modo che una volta incassata non si veda l’anellino che sarà sotto).

 

 

Tecniche orafe anello solitario7. Saldato l’anellino, partendo dalla saldatura, creare degli incastri sui quali dovranno scivolare le punte,

 

 

Tecnic orafa anello solitario8. fino a portare l’anellino all’altezza giusta. Passare di carta e lucidare il tutto. Legare con filo di ferro e saldare dall’alto.

 

 

 

Tenica orafa creazione anello solitario9. Preparare quindi un filo quadro per un gambo battuto.

 

 

 

tecnica orafa creazione a mano anello solitario con griffe10. Saldare il gambo e rifinire l’anello, infine pronto per l’incassatura.


 

Tecniche orafe creazione anello solitario

L’anello è terminato.

 

 

 

Scheda tecnica a cura di Vinicio Antonelli   www.antonelligioielli.it

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *